Lituania 2016 (7/10). Nida e i due lati della penisola

Nida e le sue dune sabbiose sono fra le attrazioni principali di tutta la Curlandia, e a ragione. Laguna + Mar Baltico = meraviglia.

 

Il mattino dopo siamo andate a Nida a vedere le dune (solo che non ci siamo andate in bici da Smiltyne, come fanno in molti, perché preferivamo girare a piedi). Le dune a sud di Nida (Parndzio kopa) sono forse l’attrazione turistica principale nella zona, e a ragione.

neringa_9_pathneringa_10_grass

La vista dalla meridiana toglie veramente il fiato: una distesa di sabbia punteggiata qua e là di arbusti e la luce del sole, accecante. Le dune sembravano ritagliate con le forbici e incollate sul cielo azzurro (sì, sapevamo che con il tempo ci era andata incredibilmente bene – sapevamo anche che avremmo pagata a caro prezzo una simile fortuna).

neringa_11_dunesneringa_12_dune

Viste le dune, abbiamo preso la strada verso nord. Abbiamo fatto qualche chilometro lungo la costa, poi qualche altro chilometro nella foresta (foreste di pini ovunque, come si fa a non amare questo posto). Poi abbiamo svoltato a sinistra per arrivare in cima a Vecekrugo Kopa, la duna più alta della penisola. La vista merita decisamente.

neringa_14_butterfly

Arrivate in cima, non credevamo ai nostri occhi. A sinistra si vedevano la foresta dall’alto e, dietro gli alberi, la laguna curlandese, che le nuvole coloravano d’argento. A destra il blu cobalto del Baltico era così intenso da far sembrare scolorito il cielo.

neringa_15_kopa

Tornate sul sentiero, abbiamo proseguito verso nord fino a Preila. Ci chiedevamo se e quando un bus per Klaipeda sarebbe passato di lì: davamo per scontato avremmo dovuto aspettare ore. E invece, appena arrivate a Preila, ecco un bus, lì, dal nulla. (Ovvio che un simile colpo di fortuna uno si prepara a doverlo pagare a caro prezzo il giorno dopo.)

neringa_16_view

Dopo essere state in mezzo alla natura per ore e ore, tornare a Klaipeda era paradossalmente un po’ come tornare in una metropoli.

 

Questo post è apparso per la prima volta sul sito Kiwi.com Stories il 25 luglio 2017. Premete qui per dare un’occhiata 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 + tredici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.